Hai bisogno di informazioni? Chiamaci al numero 070-7967731
Home / Nuove opportunità /

L’IVA nelle importazioni: come funziona

L’argomento IVA può essere davvero un terreno minato su cui far muovere la propria azienda quando si pianifica un’operazione Import. Ecco perchè abbiamo chiesto al dott. Cantaro di 101Professionisti.it, il più importante sito italiano di consulenza legale e della consulenza fiscale, di aiutarci a fare chiarezza. Ecco che cosa è emerso dalla nostra conversazione.

dice:

“Quando si parla di imposta sul valore aggiunto è necessario tenere presente che, in via generale, una operazione commerciale rientra nel campo di applicazione dell’IVA se vengono soddisfatti simultaneamente quelli che tecnicamente vengono definiti come il “presupposto oggettivo”, il “presupposto soggettivo”, e quello della territorialità.

In altri termini, il cosiddetto presupposto soggettivo per l’applicazione dell’iva consiste nel fatto che le cessioni di beni e/o le prestazioni di servizi rientrano nel campo di applicazione dell’iva se vengono effettuate da parte di imprenditori, professionisti o artisti nello svolgimento della propria attività.

Pertanto se un’operazione, pur essendo oggettivamente soggetta ad iva, è comunque priva del requisito soggettivo in quanto effettuata da un soggetto privato, la stessa è esclusa dal campo di applicazione dell’IVA con un’unica eccezione: il caso in cui l’operazione consiste nell’importazione di beni che è sempre soggetta ad IVA, anche nell’ipotesi in cui l’importatore sia un privato consumatore.

Pertanto l’IVA si applica SEMPRE nei casi di:

A) Cessioni di beni e prestazioni di servizi durante l’esercizio di impresa
B) Cessioni di beni e prestazioni di servizi durante l’esercizio di arti e professioni
C) importazioni da chiunque effettuate

Per quanto riguarda le importazioni infatti è bene tenere presente che la merce NON comunitaria immessa in consumo in uno Stato membro della Comunità Europea si considera importata e quindi, ai sensi dell’articolo 67 del dpr n. 633/1972, deve essere pagata l’Iva in dogana.

Pertanto, chiunque importi beni deve pagare l’IVA, privati compresi. Il soggetto provvisto di partita iva ha ovviamente diritto a detrarre la stessa. La base imponibile su cui si calcola l’IVA sui beni importati è pari al valore doganale dichiarato aumentato dei diritti doganali e delle spese di trasporto fino al luogo di destinazione della merce.

Le operazioni di importazione vanno corredate di:

  • presentazione in dogana della dichiarazione di importazione (che deve comprendere tutta la documentazione quali fattura di vendita, documento di trasporto, ecc..)
  • pagamento dell’IVA, delle accise e dei diritti doganali.

Una volta effettuato il pagamento la dogana rilascia la bolletta di importazione.

A livello contabile, il soggetto IVA che importa la merce deve annotare la bolletta doganale nel registro IVA acquisti, mentre in contabilità generale va registrata la fattura emessa del fornitore estero ed il credito relativo all’iva assolta in dogana.

Infine è utile notare che, nella maggior parte dei casi, l’operazione di importazione viene curata da uno spedizioniere il quale anticipa, per conto dell’importatore, sia l’iva che i dazi doganali; lo spedizioniere a sua volta emette la fattura nei confronti del soggetto importatore il quale deve annotare la stessa nel registro iva acquisti ed in contabilità generale. La fattura dello spedizioniere comprende sia i dazi e l’IVA, anticipate dallo stesso, che le spese di trasporto; le prime sono escluse da IVA i sensi dell’articolo 15 del dpr n. 633/1972, mentre le seconde sono non imponibili IVA anche se già assoggettate in dogana.

Aggiungo alcune parole di presentazione all’azienda che rappresento: il gruppo 101Professionisti nasce nel marzo del 2000 con l’obiettivo di fornire servizi legali e fiscali di elevato profilo professionale, sfruttando la velocità delle nuove tecnologie.
Da allora è diventato leader in Italia per numero di clienti, numero di consulenze erogate e numero di visitatori (oltre 1.300.000 l’anno).

I nostri Avvocati e Commercialisti, oltre ad essere iscritti ai rispettivi albi professionali (Ordine degli Avvocati, Ordine dei Commercialisti, ecc.) osservandone le regole e i codici , posseggono un’ottima preparazione che viene costantemente verificata. Tutti i professionisti hanno anni di esperienza nelle materie trattate.

Le moderne tecnologie, le numerose banche dati adoperate, l’organizzazione efficiente e la preparazione dei professionisti permettono a 101 professionisti di offrivi un servizio di grandissima qualità e velocità.”

Ringraziando il dott. Cantaro di 101Professionisti per i preziosi consigli, è doveroso ricordare che queste regole di carattere generale potrebbero non rimanere immutate per sempre. Ecco perchè 101Professionisti.it ha deciso, in via del tutto esclusiva, di mettere a disposizione degli utenti di ImportareDallaCina.EU un via speciale, “direttissima” per così dire, per poter ricevere una consulenza personalizzata.

Compila il form per contattare direttamente 101Professionisti che ci ha assicurato un trattamento di “favore” a tutti i nostri utenti.

Buona consulenza!

Raffaele Bonaddio
Import Manager di ImportareDallaCina.EU

 

101Professionisti

    Ho letto ed accetto la privacy del sito.
Successivo

Share this article

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *