Hai bisogno di informazioni? Chiamaci al numero 070-7967731
Home / Prodotti /

self made

Vuoi importare self made dalla Cina e guadagnare veramente con questo business? Leggi questa guida integralmente perché stai per imparare:

  • come realizzare utili con l’acquisto di self made dormendo in assoluta serenità la notte

  • come evitare l’errore che da solo è in grado di causarti un disastro economico oltre il prevedibile

  • come reperire i migliori produttori cinesi di self made risparmiando preziosissimo tempo e tanti soldini


Iscriviti alla Newsletter

La sempre più ampia ed importante globalizzazione associata all’apertura dei mercati al commercio mondiale, individuano per le imprese italiane un’eccellente occasione per estendere la propria attività. Oggi è infatti diventato più agevole conseguire nuove fette di mercato grazie a beni cinesi innovativi o aggiornati ai nuovi standard, reperiti in Cina.

guadagnare con l importazione

Guadagna da subito con l’importazione (senza rischi)

Difatti, una idonea condotta di tutte le fasi dell’importazione di self made, può assicurarti:

  1. Un taglio dei costi per l’acquisto dei beni da importare: il contatto, l’interfaccia diretta tra importatore-fabbricante permette, infatti, di bypassare tutte le figure di tramite ed i relativi costi aggiuntivi;
  2. Una personalizzazione maggiore degli articoli con la possibilità di applicare il proprio logo o fare richiesta all’azienda modificazioni tecniche o artistiche;
  3. Una assoluta libertà della gestione delle vendite libera da costrizioni contrattuali per quanto riguarda il listino dei prezzi, l’organizzazione degli oggetti, e tutte le azioni di marketing;

Tuttavia, le aziende di importazione di self made in Italia non sono tutte in grado di creare aumento aumento del proprio fatturato da questo tipo di attività commerciale perché, purtroppo, troppo spesso ignorano alcuni meccanismi elementari o, ancora più probabilmente, sono prive dei nominativi corretti in Cina.

problemi per importare dalla cina

Scopri come evitare il fallimento con questo semplice trucco

Segui con cura cosa ti diremo qui sotto perché, grazie a ai nostri consigli, avrai la possibilità di:

  • Scoprire ogni cosa che è necessaria per una proficua e sicura importazione di self made;
  • Non commettere i tipici sbagli delle imprese meno esperte in importazioni minimizzando lo spreco di soldi (e tantissimo tempo);
  • Metterti in contatto con i migliori esportatori cinesi di self made.

Viste queste prime considerazioni, importare e vendere self made in Italia potrebbe rappresentare una grande possibilità e un bivio di scelta determinante per qualsiasi azienda del settore, alle prese con gli strascichi della recente crisi economica.

Trattando di importazioni, è fondamentale essere a conoscenza che, al fine di acquistare direttamente self made dalla Cina, occorre conoscere gli adeguati produttori e saper valutare la loro affidabilità, partendo dal loro stesso grado di disponibilità nei contatti: una parte davvero imprescindibile nei commerci globali di questo genere.


Iscriviti alla Newsletter

Ottimo, si parte!

Importare e vendere self made in Italia potrebbe rappresentare per te una grande opportunità sul piano del risparmio economico e del fatturato, a patto che essa sia portata avanti correttamente fin dal principio.

Per acquistare direttamente self made dalla Cina bisogna sostanzialmente saper arginare il potenziale rischio di inconvenienti e aumentare le entrate sull’investimento controllando, prima ancora di lanciare l’importazione stessa, la serietà e l’affidabilità del fornitore. Ad esempio, un produttore cinese affidabile di self made ha sempre un pool disponibile ad assisterti durante sia tutta la fase di ordine che nella fase di post-vendita, nel malaugurato caso fosse necessario procedere ad un un secondo ordine.

Aziende di produzione difficilmente raggiungibili via Skype o che non rispondono alle richieste in un lasso di tempo di un paio d’ore (anche la domenica), per la nostra esperienza, non sono aziende di produzione con cui fare affari.


Iscriviti alla Newsletter

Requisiti indicati per importare stock cinesi di self made:

In ogni caso, affinché tu possa riposare serenamente nel corso della fase di import, è di assoluta importanza conoscere come un imprenditore cinese di self made debba necessariamente rispondere a questi requisiti:

L’azienda produttrice di self made deve essere regolarmente registrata in Cina: è pertanto obbligatorio verificare che questa sia inserita ed attiva presso la camera di commercio cinese.

L'azienda deve essere regolarmente registrata

L’azienda deve essere regolarmente registrata

Per permettere che i nostri clienti nazionali, importatori di self made, possano essere certi di confrontarsi con produttori in Cina sicuri al 100%, il nostro staff è giornalmente in contatto con la camera di commercio di Pechino; così ci assicuriamo che le attività di produzione di self made che stanno trattando con i nostri clienti siano regolarmente attive durante la fase di importazione. Al contrario, chi sceglie di importare self made dalla cina, correrebbe il rischio di andare incontro ad una interminabile sequenza di seccature, tra i quali quello di essere accusato per “dichiarazione di falso” che in Cina è immancabilmente punito e che condurrebbe quasi sicuramente alla requisizione della merce che hai già corrisposto.


Iscriviti alla Newsletter

Il fornitore di self made deve essere veramente un produttore con dei laboratori in cui oggettivamente crea gli oggetti e non un anonimo distributore.

L'azienda deve avere dei veri stabilimenti di produzione

L’azienda deve avere dei veri stabilimenti di produzione

Infatti, sognando di fare il più grande affare di tutti i tempi per comprare dalla cina e rivendere self made, nell’ottica del ”io sono il Re dell’import!”, in marketplace famosi come alibaba.com, globalsources.com, made-in-china.com ecc. o nei portali di grossisti cinesi online di self made in generale, è comune navigare nelle migliaia di aziende che si dichiarano produttori diretti ma che, a tutti gli effetti, si scoprono essere nientemeno che intermediari, delle trading company, invece che dei grossisti cinesi di self made sebbene si presentino con un sito di rappresentanza ben impostato, con immagini accattivanti di stabilimenti di produzione ed indirizzo fisico nelle zone industriali più dedicate di tutta la Cina.

alibaba com

Occhio agli intermediari: ti faranno perdere un sacco di tempo e soldi senza poterti garantire merce importabile in Italia

Nulla da obiettare contro le trading company ma il problema si svelerà quando, volendo comprare in stock self made dalla Cina, interfacciandoti con loro, ti troverai a chiedere di mettere in atto alcune modifiche o customizzazioni sulle ordinazioni che stai acquistando, cosa per altro necessaria da un punto di vista strategico. In questo caso, qualunque trading company non potrà che darti un servizio non all’altezza perché il responsabile con cui ti scontrerai, non essendo all’interno della fabbrica produttrice, ti farà senza dubbio perdere tempo in indesiderati tempi morti (settimane se non mesi) e molto denaro speso per la consegna di campionature superflue. Visualizza di ricevere self made che non rispettano gli standard richiesti o quelli previsti dalla legge: sarebbe un insuccesso… Come prevedibile, il tutto dopo aver pagato prodotto, trasporto, sdoganamento e trasporto finale: una situazione drammatica.

I fornitori cinesi di self made aggiunti nel nostro elenco sono invece esclusivamente ditte con impianti e stabilimenti di produzione che corrispondono a tutti i requisiti stabiliti affinché il tuo import si chiuda con soddisfazione.


Iscriviti alla Newsletter

L’azienda produttrice di self made deve avere in regola tutte le certificazioni sulla produzione e sui prodotti: sono i requisiti indispensabili legati alla conclusione dell’importazione.

import-china

L’azienda deve aver conseguito tutte le certificazioni necessarie e deve avere tutte le carte in regola per poter esportare in Italia.

Può succedere che, a causa della mancanza o certificazioni incomplete sulla filiera o di test report aggiornati, l’acquisto di self made potrebbe fallire. Anche in questo caso il vero problema è che l’intera partita ti potrà essere bloccata o sequestrata in fase di sdoganamento, ovviamente tutto ciò dopo che la tua attività avrà già provveduto al pagamento degli articoli, mandato il pagamento del trasporto e dei primi costi in dogana.

I fornitori di self made cinesi affidabili elencati nel nostro elenco sono in possesso della certificazione relativa alla qualità della produzione e dei prodotti.


Iscriviti alla Newsletter

la fabbrica di self made deve essere molto referenziata.

L'azienda deve essere referenziata

L’azienda deve essere referenziata

Volendo importare self made dalla Cina, è facile imbattersi in venditori cinesi che, pur di fare un affare in più, sono disposti a dichiarare dati non veritieri o a promettere servizi che poi non vedrai mai, soprattutto per ciò che riguarda il confezionamento della merce, il packaging e i molti altri aspetti relativi al carico. Trascurare questo aspetto significa in definitiva non essere sereni fino a quando lo stock non sarà arrivato e avrai verificato di non aver ricevuto merce invendibile sul mercato perché rovinata.

Le aziende con le quali ti metteremo in contatto sono altamente referenziate: in ogni impianto di produzione infatti abbiamo una persona fidata che conosciamo di persona.


Iscriviti alla Newsletter

La ditta produttrice di self made deve avere un gruppo tecnico altamente specializzato, in grado di tradurre le tue esigenze ed effettuare le variazioni in tempi ridotti per non ritardare le consegne.

L'azienda deve avere uno staff tecnico altamente qualificato per far fronte a tutte le tue esigenze tecniche

L’azienda deve avere uno staff altamente qualificato per far fronte a tutte le tue esigenze tecniche

Comprando direttamente nell’azienda di produzione devi poter avere la certezza di personalizzare l’ordine o di far apportare qualche modifica tecnica, se giudicata necessaria; in caso contrario ti ritroveresti ad importare dei banali prodotti, proprio come fanno i competiros tuoi concorrenti, con il risultato che, senza differenziazione, ti troverai inevitabilmente a rischiare l’invenduto per troppa concorrenza. Viceversa, un prodotto particolare, personalizzato e migliorato, ti permetterà di mantenere i prezzi alti rispetto alla tua concorrenza mantenendo immutate o addirittura in salita le tue quote di mercato perché… self made così si trovano solo dalla tua compagnia.

Tutti i fornitori con cui ti entrerai in contatto ti permetteranno sempre di modificare o personalizzare i prodotti in modo che si adeguino al meglio con le tue esigenze e del tuo target di mercato.


Iscriviti alla Newsletter

L’azienda produttrice di self made deve poter dimostrare di esportare in Europa regolarmente.

esportare dalla cina

Non tutte le fabbriche cinesi hanno le carte in regola per poter esportare in Italia o in Europa

Bisogna evitare di importare self made dalla Cina tramite un produttore che non ha mai commerciato in Europa: è proprio in circostanze simili che spesso si rivelano i problemi più gravi. Potrebbe accadere ad esempio che un produttore di self made sia in perfetta regola con le leggi del Nord America o dell’Australia, dove magari ha già esportato in passato, e che per la smania di vendere in Europa (magari rifilando i suoi prodotti proprio a te), tu verifichi che ha tutte le carte in regola per farti importare self made in Italia . Anche in questo caso, il risultato potrebbe essere un totale fallimento! Accade sovente che le aziende spediscano merce irregolari rispetto le leggi vigenti nella nazione di arrivo. Il problema è che, anche in questo caso, la responsabilità è solo tua. con aggravi di costi e tempo speso inutilmente e, quasi certamente, con il conseguente sequestro e distruzione (a tuo carico) di tutti gli articoli importati.

I fornitori cinesi di self made con cui, attraverso noi, stringerai ottimi affari sono referenziati sotto questo profilo e sono abilitati ad esportare in Europa.


Iscriviti alla Newsletter

Vedi risorse consigliate:

Come importare self made dalla Cina con serenità? Quali sono i documenti necessari e come funziona la burocrazia

L’importazione di stock self made cinesi per la rivendita in Italia comporta la conoscenza dell’esistenza di alcuni documenti e certificazioni. Non dare il giusto peso o sottovalutare questo tipo di documentazione significa compromettere suicuramente l’intera importazione di self made dalla Cina, con importanti rischi finanziari per la tua impresa.

Il documento che illustriamo per primo è l’equivalente alla nostra fattura, la Commercial Invoice, seguono la Packing List (la nostra bolla di accompagnamento), la Polizza di Carico ed infine il Certificato di Origine. Ognuno di questi documenti, per essere in regola, deve venire compilato correttamente: questa è la corretta documentazione, quella adeguata e a norma che ti permetterà di accompagnare in totale sicurezza e serenità la tua merce fino al tuo magazzino in Italia.

Ma vediamo nel dettaglio ogni singolo documento necessario ad importare self made dalla Cina.

documenti importazione cina

Aziende cinesi che rilasciano documentazione incompleta potrebbero obbligarti a dover pagare sanzioni doganali, spese di deposito e smaltimento dell’intero carico (perderesti tutto)

Sulla Commercial Invoice sono riportati nei dettagli tutti i dati riferiti al fornitore cinese di self made, di chi importa (ovvero i tuoi), i termini e le modalità del pagamento dei beni, e la specifica di tutti i beni presenti nel carico, ovvero prezzi, con subtotali e totale complessivo.

Sul valore complessivo della merce, riportato sulla Commercial Invoice, verrà calcolata l’incidenza dei dazi doganali per l’esportazione e dell’Iva.

La Packing List rappresenta, invece, un documento che mira a descrivere le specifiche più concrete degli oggetti importati. Oltre, chiaramente, ai dati di importatore e esportatore, il documento riporta nei dettagli le specifiche numeriche della merce: numero complessivo dei beni, numero dei plichi, volume, peso netto, lordo e altri dati numerici atti a rendere univoco il tuo carico.

Il titolo di possesso della merce al portatore è rappresentato dalla Polizza di Carico. Su questo documento sono dettagliati i dati del venditore, di chi importa e tutti i dettagli della spedizione. La verifica della regolarità dei dati qui riportati è verificata attraverso la coerenza di tali dati con quelli riportati sulla Commercial Invoice, sulla Packing List e sul Certificato d’Origine.

Il Certificato d’Origine, in ultimo, è il documento che viene emesso dalla camera di commercio cinese, sul quale, tra l’altro vengono riportati i dati della Commercial Invoice. È di fondamentale importanza che anche in questo certificato, esista assoluta coerenza tra i dati qui riportati e quelli presenti in tutti gli altri documenti di viaggio.

Illustrando i quattro documenti, è palese come un aspetto mai da trascurare in precisione della loro esibizione in dogana, è la coerenza dei dati riportati su ciascuno di essi rispetto agli altri. Qualunque svista di forma o disattenzione durante la loro compilazione potrebbe pregiudicare l’intera operazione, conducendo al sequestro temporaneo o definitivo dell’intero carico oltre che sanzioni, fino alla conclusione con la distruzione dell’intero carico, con a tuo carico tutte le spese di questa operazione, comprese quelle dello smaltimento conseguente.

Noi ti mettiamo in contatto unicamente con fornitori di self made cinesi che possono dimostrare di avere realmente una lunga esperienza di esportazione di merci nel nostro paese. I loro uffici amministrativi sono perfettamente in grado di svolgere tutte le pratiche burocratiche assicurando assoluta uniformità documentale, al fine di assicurarti che l’operazione sia condotta nel migliore dei modi, senza intoppi fino a portati l’intero carico al tuo magazzino.


Iscriviti alla Newsletter

Focus:

Le campionature:

E’ importante considerare che, nel momento in cui si decide di importare self made in stock dalla Cina, è una buona mossa scegliere almeno un paio di fornitori cinesi qualificati, se non di più; significa essere costretti ad effettuare una lunga indagine on line, a dover con molto disturbo dialogare in inglese con decine di aziende di produzione e dover alla fine affidarsi al caso tra i produttori che sembrano convincere di più per decidere da chi farsi inviare le campionature di test.

Sicuro di voler buttare via tempo e soldi per acquisire campionature quasi certamente inadatte all'importazione?

Sicuro di voler buttare via tempo e soldi per acquisire campionature quasi certamente inadatte all’importazione?

All’inizio dunque, a meno di non richiedere il nostro appoggio prima di poter intraprendere un importazione di self made dalla Cina, si dovranno fare importanti investimenti in termini di tempo (settimane per trovare il produttore giusto) e di denaro (centinaia, se non migliaia di € spesi in campionature spesso inutili).

E se le campionature rispettassero le tue indicazioni ma, solo dopo averle ricevute, venissi a scoprire che l’imprenditore che te le ha consegnate non ha i permessi per l’esportazione? Le campionature non sono gratuite e i costi del trasporto, specialmente se espresso, sono spesso decisamente onerosi. Affidarti ai contatti delle aziende di produzione che noi ti invieremo ti consentirà di contenere le spese per la campionatura e di diminuire drasticamente le inevitabili perdite di tempo imputabili al fai-da-te.

Non bisogna mai dimenticare che le tue merci di importazione da paesi terzi come la Cina sono sotto la diretta responsabilità della tua compagnia, per cui è davvero imprescindibile trovare subito un produttore verificato e qualificato con cui interfacciarsi, come quelli con cui ti metteremo in contatto noi, sopratutto nel caso dell’ampliamento o il decollo di un business dedicato all’importazione diretta di self made.


Iscriviti alla Newsletter

Consulta anche: Il Nostro Sito

Stock cinesi di self made: la regola d’oro per guadagnare

Nell’importazione diretta di self made cinesi è opportuno non cimentarsi nel fai da te: la regola d’oro è fare tesoro dei nostri consigli, facendo riferimento esclusivamente ai contatti delle aziende verificate e certificate da noi, presenti nel nostro archivio. Tali fabbriche, infatti, sono già conosciute dalle dogane come soggetti esportatori regolari, ed i loro articoli non sono mai stati fonte di all’interno dell’UE.

Per acquistare direttamente self made dalla Cina, è inizialmente indispensabile scegliere accuratamente il tuo fornitore cinese affidabile di self made. Questo comporta appurare che l’azienda sia regolarmente attiva, che abbia la documentazione in regola e che il suo quadro generale ti permetta di intraprendere l’ importazione senza conseguenze negative.

Per individuare il corretto fornitore di self made è indispensabile:

  • individuare almeno 2 potenziali fornitori cinesi di self made di ottima qualità professionale da comparare fra loro: le aziende selezionate devono possedere al loro interno personale professionale e qualificato, devono essere in possesso delle regolari autorizzazioni all’esportazione di self made in Italia e devono essere in grado di dimostrare di possedere tutti i documenti indispensabili per uno sdoganamento della merce corretto e senza difficoltà.
  • farsi spedire campionature di self made da entrambi in maniera da poter individuare quale dei due fabbricanti sia il più vicino alle tue richieste aziendali (oltre che, e soprattutto, in base al rapporto di qualità-prezzo).
Inizia le importazioni ignorando questa regola A TUO RISCHIO E PERICOLO

Inizia le importazioni ignorando questa regola A TUO RISCHIO E PERICOLO

Puoi risparmiare tempo affidandoti al nostro aggiornato database; in questo modo, avrai accesso all’elenco completo di tutti i produttori di self made cinesi da noi selezionati, risparmiando tempo prezioso e tutte le conseguenze spiacevoli legate al fai da te.

L’acquisto di self made dalla Cina, quindi, ti mette di fronte a due opzioni ancora prima di far partire l’operazione di importazione: puoi provare con la strada del fai-da-te o in alternativa puoi operare in stock import di self made avvalendoti del nostro aiuto.


Iscriviti alla Newsletter

Le opzioni sono:

  1. Se scegli la strada del fai da te, dovrai individuare in solitudine le fabbriche di self made con le quali iniziare a interagire. Questo ti assorbirà tempo e denaro, oltre a non portarti ad alcuna certezza circa l’esito delle operazioni di import.
  2. Se decidi invece di affidarti a noi, potrai ottenere fin dalle prime fasi il contatto del miglior produttore cinese di self made, ovvero il soggetto che maggiormente soddisfa le tue necessità. Non avrai più preoccupazioni circa l’ affidabilità o per la qualità degli articoli e soprattutto, sarai sicuro al 100% della sua abilitazione all’esportazione di self made in Italia. Inoltre, ti comunicheremo tutti i contatti necessari per interagire direttamente con il fabbricante in tempo reale (tieni presente che le nostre aziende rispondono anche la domenica).

A te la scelta.
Buon Import!


Iscriviti alla Newsletter


Trova i migliori punti vendita all'ingrosso self made e grossisti di self made su ImportareDallaCina.Eu


Precedente
Successivo

Share this article

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *